Gaspodini: l’eccellenza dell’Arte Bianca, perfetto mix di tradizione e innovazione

All’inizio del Novecento a Roma Umberto Gaspodini faceva mobili per uffici e personaggi illustri. Da una sua intuizione ebbe origine l’attuale attività: produrre artigianalmente, con grande competenza professionale, tutta l’utensileria in legno dedicata alla panificazione avrebbe potuto essere una svolta. In quegli anni infatti operavano solo falegnami senza alcun tipo di specializzazione in materia. Il business era pronto, anche perché Umberto ideò un particolare sistema per rendere più resistenti e durature le classiche pale per infornare il pane ed affiancò ad esse tutta la serie di prodotti dedicati alla cosiddetta “arte bianca”. 

L’Azienda nacque così nel 1925 e in quegli anni si distinse anche per valori che andavano oltre il business. Umberto agevolò, in tempi difficili di povertà, i fornai dell’epoca, tanto da meritarsi nel ’46, a guerra finita, l’encomio di Cavaliere. Con l’avvento del figlio Antonio la Gaspodini si fa più grande, acquista nuove attrezzature e veicoli in grado di poter offrire il proprio servizio in un’area commerciale sempre più ampia. Il nipote Franco, alle soglie degli anni Sessanta, così appassionato di quel lavoro da passare ore ed ore in laboratorio per fare suoi i segreti di famiglia, si preparava per prendere in mano l’Azienda. Gli studi, le ricerche di mercato e l’evoluzione nel settore stesso hanno portato Franco, affiancato dal fratello Mauro, a specializzarsi ancora di più, tanto che la Gaspodini tra gli anni Ottanta e Novanta, aggiungendo alla produzione di articoli in legno quella con altri materiali come alluminio ed acciaio inox, diventò leader nel settore: cominciò anche a commercializzare forni e macchinari e a progettare i primi arredamenti dedicati al settore.  

Quando muore Mauro, Franco decide di tornare alle sue origini “sentimentali”, a quella Maremma che ha sempre amato sin da piccolo, e sposta l’Azienda a Follonica, in provincia di Grosseto, splendida cittadina con un clima eccezionale, in cui l’equilibrio tra mare e colline circostanti è incantevole. I figli Andrea e Marco, quarta generazione della Gaspodini, studiavano nel frattempo rispettivamente Economia e Design, e questo ha molto a che fare con l’ulteriore evoluzione dell’Azienda. La sua posizione al centro dell’Italia e le moderne tecnologie di comunicazione hanno permesso contatti sempre più ramificati tanto da coprire tutto il territorio nazionale e buona parte del resto d’Europa. Il sogno del bisnonno Umberto si è compiuto. 

Andrea e Marco, sempre attenti a ricerca ed innovazione, hanno affiancato alle tradizionali tecniche tramandate da generazioni macchinari moderni e ad altissima precisione: la costante ricerca di materiali di qualità e specifici per ogni particolare scopo e l’evoluzione delle lavorazioni ha migliorato sensibilmente tante piccole caratteristiche dei singoli prodotti che oggi escono dall’azienda. 

Al primo posto i due fratelli hanno messo la qualità del lavoro propria,dei loro dipendenti ma soprattutto la soddisfazione dei propri clienti con l’obbiettivo di rendere qualunque lavorazione sempre più semplice ed efficace. La qualità del lavoro coincide con la qualità della vita e il rispetto dell’ambiente circostante: la Gaspodini ha oggi ottimizzato i processi di lavorazione al punto da ridurre praticamente a zero gli scarti e dove non è possibile, come nel caso della segatura, ha preso accordi con aziende specializzate nel riciclaggio al fine di non sprecare nulla del materiale non lavorato che esce dalla propria azienda. 

Negli ultimi anni il settore Pizza ha manifestato una crescita esponenziale ed è per questo che la Gaspodini ha colto l’occasione per crescere ancora, cercando di capire come poter agevolare sempre di più il lavoro delle nuove generazioni di pizzaioli. Uno degli obiettivi dell’Azienda è infatti quello di essere al fianco anche delle attività geograficamente più lontane, che siano in America o Australia. Tutelare il nostro vero Made in Italy – ovunque c’è un nostro connazionale che fa pizza – è un dovere e lo si fa solo con prodotti progettati e realizzati in Italia. La Gaspodini in questo senso non è mai scesa a compromessi di produzione o prezzo, che portano a qualità discutibili. Il bagaglio di nozioni e cura professionale di Umberto è giunta a compimento: la tecnologia permette lavorazioni con tempistiche, livelli di sicurezza e precisione impensabili fino a poco tempo fa. (G.G.)

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>