E’ siciliano il campione mondiale della pasta

Si chiama Accursio Lotà: la notorietà – quella di giornali e rotocalchi certo perché quella vera se l’era già guadagnata sul campo – gli ha fatto visita nel suo ristorante “Solare” di San Diego, in California. Lotà è, a giudizio degli esperti di un award organizzato da Barilla, il più bravo al mondo a cucinare pasta. La sua Carbonara di pesce, ormai un classico, ha detronizzato invenzioni come i rigatoni caldi con ceviche di scampi del cinese Li o il ragù alla napoletana fatto con cinghiale selvaggio del canadese Gabbot. Semplicemente, i più bravi sono italiani. Lotà è siciliano: nato a Melfi, a 22 anni si è trasferito in America, andando a lavorare con Sergio Mei al ristorante del Four Season Hotel. Da lì una grande carriera che lo ha portato a cucinare anche per Obama.

La sua Carbonara di pesce è siciliana soprattutto nella scelta del fresco, dalla ricciola ai gamberi rossi di Mazara, e del guanciale per scottare le capesante, oltre agli aromi aggiunti del mandarino. Un piatto semplice e verace: sogliole e canocchie scottate vanno in una pentola per tre quarti d’ora con timo e verdure. A parte vanno cucinate cozze, vongole, uova di riccio e di salmone. Una delizia assoluta questi spaghetti di Lotà, i migliori al mondo appunto.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>