Quando un accessorio di lavoro diventa una passione

Cenni e curiosità di un oggetto molto amato dai barmen – di ALESSANDRO ORZES – Tanti sono gli strumenti che un barman utilizza per il suo lavoro, i più comuni sono senza dubbio gli shaker e i mixing-glass ma a volte non ci accorgiamo che poi si possono utilizzare innumerevoli oggetti, per lo più pubblicitari, che ci aiutano nel lavoro quotidiano. Certamente possiamo pensare a delle pinzette per il ghiaccio, ai cucchiai per il mixing-glass, ai bicchieri, ai vassoi, ai posacenere e volendo andare avanti potremmo dilungarci all’infinito.

Uno degli oggetti che invece, pur essendo pubblicitario, è un perfetto alleato per il nostro lavoro è la caraffa da acqua per il servizio del whisky. La storia ci insegna che uno dei corretti modi di servire il whisky, il più nobile dei distillati, è di aggiungere acqua pura, fresca ma non ghiacciata, due terzi di whisky e un terzo di acqua, è così che gli intenditori bevono questo pregiato distillato ed è per questa ragione che sono nate le famose “Whisky jugs”. Le fantasiose e variopinte brocche pubblicitarie che sin dalla fine del 1800 accompagnano il distillato per eccellenza per un connubio che non ha eguali.

La caraffa, un oggetto così semplice ed allo stesso tempo così intrigante con i suoi colori e le sue forme ha stregato barmen e addetti ai lavori che hanno fatto di questo oggetto uno strumento di lavoro ancor prima di farlo diventare un oggetto da collezionare. Il collezionismo di caraffe da whisky è comunque abbastanza recente e si sviluppa intorno agli anni 50/60 e ha una espansione molto veloce, in Australia nasce la prima (e per ora unica) associazione di collezionisti che raggruppa estimatori e appassionati da tutto il mondo.

Ma dove vengono prodotte queste caraffe? Sicuramente il paese che ha dato il contributo maggiore è l’Inghilterra, patria indiscussa del whisky ma anche in America così come in molte parti d’Europa si possono trovare aziende che anno prodotto caraffe, molte aziende famose come le Inglesi Royal Dulton, Wade Regicor, la Francese Moluin de Luop, le Italiane Piola e Euroceramics ecc. hanno prodotto caraffe pubblicitarie che sono diventate oggi oggetti ricercatissimi per i tanti collezionisti e appassionati in tutto il mondo.

Ma come riconoscere un pezzo raro da una semplice caraffa moderna? È chiaro che l’età ha la sua importanza, anche ad occhio nudo si può capire se una caraffa presenta i segni del tempo oppure no, un grande aiuto possiamo averlo dal logo che contraddistingue quasi ogni caraffa, dal marchio della casa produttrice possiamo arrivare a capire quasi con esattezza l’anno di produzione, per quanto riguarda la rarità invece, molto dipende se la caraffa in questione è stata prodotta in numero limitato e magari in serie numerata o addirittura essere di distillerie non più esistenti. Le caraffe riportano solitamente il logo del whisky che rappresentano oppure a volte il disegno della distilleria e sono di varie misure e colori. Le grosse aziende come la Johnnie Walker, la Buchanans, la Bowmore, la Dewars ecc. sono da sempre le marche che hanno prodotti un gran numero di caraffe dando a questo oggetto l’importanza che merita e ritagliandosi così la palma delle caraffe più desiderate, molti sono coloro che per motivi di spazio si sono concentrati su di una sola distilleria, magari collezionando non solo caraffe ma tutto ciò che riguarda quel determinato marchio.

Le caraffe sono di diverse misure anche se possiamo riassumerle in mini-jugs, (molto ricercate), normali e king-size jugs. Le Brocche pubblicitarie sono state prodotte praticamente in tutti i materiali, dalla terracotta alla porcellana, dalla plastica all’alluminio, dal vetro al legno, anche se la maggior parte di esse sono fatte di ceramica. Ora In Italia esiste un sito per tutti gli appassionati, il sito creato ed aggiornato giornalmente da Sergio Brivio, mitico WebDesigner che ha creato un vero e proprio punto di incontro per appassionati di caraffe, sito che oltre a un forum per le domande più frequenti raccoglie una bellissima collezione di oltre 3200 pezzi con una vasta panoramica di caraffe provenienti da tutti i continenti. Il sito, che potete trovare all’indirizzo www.whiskyjugs.it sarà di grande aiuto a chi si vuole avvicinarsi al magico mondo delle caraffe pubblicitarie da whisky.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>